Quando, di giorno, un bambino dorme meno di 50 minuti, fa un PISOLINO BREVE!

Quali sono le conseguenze dei pisolini brevi?

* Impediscono al bambino di godere di un sonno diurno profondo e rigenerante. Questo lo rende irritabile.

* Possono aumentare i risvegli durante la notte e anticipare la sveglia mattutina.

* Ci fanno sentire intrappolati in casa perché il bambino è stanco e irritabile e sembra sempre sul punto di riaddormentarsi.

* Preoccupano le mamme che cominciano a tener traccia di ogni pisolino, non escono mai di casa per riuscire finalmente ad instaurare un ritmo del sonno da poter replicare ogni giorno.

Come risolvere il problema?

Per trovare la soluzione giusta per il TUO bambino, dobbiamo scoprire perché i suoi pisolini sono brevi!

Ecco 10 domande che puoi farti per fare chiarezza sulla situazione

1. Il mio bambino ha meno di 5 mesi?

I pisolini iniziano a consolidarsi e ad allungarsi intorno ai 5 mesi di età. Ciò significa che i pisolini nei primi quattro mesi di vita durano da 20 a 120 minuti.

Se il pisolino è breve, prova a cullare tuo figlio per 10-15 minuti e se prende il ciuccio, offriglielo. Non preoccuparti che queste soluzioni creino un’associazione negativa o causino problemi in futuro. Ora tuo figlio ha bisogno di questo!

Devi inoltre sapere che i pisolini si evolvono separatamente. Il primo pisolino della giornata tende ad allungarsi e diventare più coerente, quindi il secondo e infine il terzo. Quindi, inizia lavorando sul primo pisolino della giornata!

2. Ho fornito un ambiente confortevole e una routine rilassante?

Poco prima di ogni pisolino è importante dedicare tempo alla routine. Non deve essere complicata o richiedere più di 8-10 minuti! Fai le stesse cose, nello stesso ordine, prima di ogni pisolino. Es. cambia il pannolino, usa, ad esempio, il sacco nanna o sacco lenzuolo, leggi un libro, accendi la macchina del suono, spegni la luce, per suggerire al cervello di tuo figlio che sta arrivando il momento di dormire. Questa routine rilassante aiuta il corpo del tuo bambino a prepararsi per il pisolino imminente.

NB: quando la nostra temperatura corporea scende leggermente, dormiamo meglio. Puoi abbassare un po’ la temepratura della stanza in cui tuo figlio dorme?

3. La stanza è al buio?

La luce stimola il cervello di tuo figlio, il che rende difficile addormentarsi e rimanere addormentato.

Quando vai nella stanza del tuo bambino durante il pisolino riesci a vedere la tua mano davanti al viso? In tal caso, probabilmente NON è abbastanza buio.

Fai tutto il necessario per bloccare la luce!

4. Il mio bambino è abbastanza stanco?

Nei rimi 3-4 è importante osservare i segnali di stanchezza del piccolo e metterlo a dormire al primo segnale di sonno. Dopo circa 4 mesi, dobbiamo bilanciare uno sbadiglio o uno sfregamento con il tempo in cui il bambino è stato sveglio.

Man mano che il tuo bambino cresce, devi regolare le finestre dei risvegli. Devi dunque assicurarti di tenere il bambino sveglio abbastanza a lungo tra un sonnellino e quello successivo. ( Assicurati di rivalutare ogni mese le finestre di attivazione).

A volte è necessario portare il bambino a rimanere sveglio ancora per un pò. E’ infatti possibile che tuo figlio NON sia abbastanza stanco da fare dei pisolini completi. Potrebbe essere abbastanza stanco per addormentarsi, ma non così tanto da aiutarlo a passare da un ciclo del sonno ad un altro.

Affinché un bambino si addormenti e rimanga addormentato, la pressione del sonno deve aumentare all’interno del suo corpo.

Sarà successo anche a te: sei sfinita alle 22:00. Ti addormenti sul divano per 10 minuti mentre guardi la TV. Quel breve sonnellino sul divano ha spazzato via la tua finestra del sonno. Questo può succedere anche a tuo figlio!

Non pensare di doverlo tener sveglio per ORE, basta aumentare il tempo di 10-15 minuti in più ogni giorno.

Oltre a tenere sveglio il bambino per un tempo di veglia appropriato, assicurati che sia attivo tra un pisolino e l’altro. Un bambino annoiato può sembrare un bambino stanco!

5. Il terzo pisolino del giorno (per bambini di 5-6 mesi)?

Per i bambini di 5-6 mesi, è molto comune fare 3 pisolini al giorno. È anche normale che questo terzo pisolino sia breve. Lo scopo di questo micro pisolino è semplicemente quello di aiutare il bambino ad andare a dormire. Può durare dai 20 ai 45 minuti

7. Il mio bambino ha fame?

Molti libri del sonno e consulenti del sonno incoraggeranno i genitori ad attuare un programma di alimentazione sulle quattro ore a partire da 4-6 mesi. Per alcuni bambini può funzionare, ma i programmi di alimentazione rigidi raramente sono la risposta corretta per consolidare i pisolini. Il nostro obiettivo è quello di ottenere un adeguato apporto calorico durante il giorno.

Offri da mangiare circa ogni 2,5 – 3,5 ore, durante tutto il giorno, in base ai segnali di fame del tuo piccolo. Alcuni bambini si sveglieranno per la fame se sono trascorse più di 3 ore dall’ultima poppata.

8. Un “puntello del sonno” provoca l’accorciamento del pisolino?

Qualunque aiuto esterno tuo figlio usi per addormentarsi, sarà necessario dopo circa 30-45 minuti per aiutarlo a passare da un ciclo del sonno a quello successivo.

Il tuo piccolo ha bisogno di un ciuccio per addormentarsi al momento del riposo? Ne avrà bisogno di nuovo dopo 30-45 minuti per continuare a dormire.

Cosa fare?

Potresti mettere a disposizione più ciucci nel lettino, in modo che possa trovarne facilmente uno quando è necessario.

Il tuo bambino ha bisogno di essere cullato per addormentarsi? Indovina di cosa avrà bisogno per passare da un ciclo del sonno ai successivi dopo 30-45 minuti?

Cosa fare?

Proprio prima che il tuo bambino si addormenti, ferma il movimento. Ogni giorno, ferma il movimento un po ‘prima in modo che il tuo bambino sia sempre più immobile mentre si addormenta.

9. Il mio bambino si addormenta in maniera indipendente?

Se sei TU che fai addormentare tuo figlio, probabilmente non avrà le capacità per riaddormentarsi da solo tra i cicli di sonno. Cerca di dare a tuo figlio lo spazio per imparare ad addormentarsi da solo, in modo che, quando si sveglia, possa usare quelle abilità per continuare il suo pisolino.

I bambini possondo addormentarsi in maniera indipendente solo a partire dai 5/6 mesi di età, non prima!

10. Il sonno notturno funziona?

Pisolini consolidati portano a bambini riposati. I bambini riposati sono bambini felici. Inoltre, lunghi pisolini consolidati rendono le notti più tranquille.

Ti piacciono i miei post? Iscriviti alla mia newsletter:

.

Ci sono 4 commenti in questo articolo

  1. Avatar
    Raffaella
    6 ore fa

    Grazie per gli spunti di riflessione, ma per bambini più grandi? Mia figlia ha 10 mesi e fa 3 pisolini. Ultimamente riesco a farla dormire nel letto: si addormenta al seno e dopo 30′ precisi si sveglia (ovviamente non riposata); nel marsupio si addormenta da sola e dorme almeno un’ora. Immagino che per allungare i pisolini nel letto la chiave sia il seno: ho provato a sdraiarmi con lei, libricini, giochini soft, ma lei continua a gattonare nel letto e sdraiata non ci sta, si innervosisce e basta. Come posso fare a farla rilassare per non doverla mettere nel marsupio (e spaccarmi la schiena…)

    Rispondi
    1. Avatar
      Olga Pasin Autore
      14 ore fa

      Buongiorno Raffaella,
      i risvegli durante il sonno sono fisiologici, li hanno i bambini, ma li abbiamo anche noi adulti. E’ importante imparare a passare da un ciclo del sonno ad un altro in modo indipendente: prima dei 5/6 mesi i bambini si addormentano cullati tra e braccia di mamma e papà, al seno, con l’aiuto dei rumori bianchi. Dai 6 mesi possiamo cominciare a sostenerli affinchè individuino la loro personale strategia di adddormentamento, in questo modo, quando dovranno passare da un ciclo del sonno a quello successivo, lo faranno senza bisogno di aiuti esterni.

      Rispondi
      1. Avatar
        Raffaella
        6 ore fa

        È davvero un’impresa aiutarla a trovare la.sua personale strategia di addormentamento. Io ci provo ma lei si innervosisce molto e non cede al sonno e alla fine, visti i pianti disperati, si va di seno o marsupio… le carezze non servono perché non vuole essere toccata e scalcia, canzoncine e ninna nanna le ascolta un pochino ma poi le sovrasta con il pianto.. Non voglio prenderla per sfinimento, ma non riesco a capire come procedere..

        Rispondi
    2. Avatar
      Olga Pasin Autore
      12 ore fa

      Buongiorno Raffaella,
      la routine della nanna dovrà sempre essere uguale a se stessa (finestra del sonno, fare buio, cambiare il pannolino, leggere un libretto..) e molto spazio dovrà essere dedicato al rilassamento.

      Cosa fa rilassare sua figlia? Una ninna nanna? Un massaggio? Essere portata in braccio? Tutte queste azioni, ripetute ogni giorno, preparano la bambina ad andare a nanna, saprà dunque che dopo questa serie di cose ci sarà il pisolino. Solo quando sarà molto rilassata potrà metterla ancora sveglia nel lettino.

      Imparare ad addormentarsi in modo indipendente (senza seno!) sarebbe davvero importante, solo così sua figlia potrà passare da un microrsveglio e l’altro senza bisogno di chiedere aiuto.

      Rispondi

Scrivi un tuo pensiero