La catena dei pasti

L’idea della catena dei pasti nasce dal desiderio di rendere il rientro a casa dall’ospedale più semplice e meno faticoso per la neo mamma. Una buona rete di sostegno alleggerirà la mamma dall’incombenza di dover cucinare per la famiglia in un momento in cui la sua priorità assoluta è quella di occuparsi nel nuovo nato/a e soprattutto di riposarsi.

COME FUNZIONA LA CATENA DEI PASTI?
Prima della nascita si può chiedere ai nonni, alle amiche, di iscriversi ad un gruppo per la preparazione di un pasto per la neo mamma e la sua famiglia, segnalando quando intendono farlo.

I pasti dovrebbero essere fatti con ingredienti naturali e semplici. Il neonato, attraverso il liquido amniotico ha già fatto esperienza di sapori diversi. Alla nascita conosce già i sapori della tavola della famiglia. Variare i cibi inserendo anche “piatti” diversi renderà l’introduzione dei cibi solidi più facile e piacevole.

È importante assicurarsi che:

  • la famiglia non sia vegetariana
  • non ci siano allergie o intolleranze

Preparate una quantità di cibo sufficiente all’intera famiglia e consegnate il vostro dono entro mezzogiorno, ciò che non verrà mangiato a pranzo andrà bene per la cena!

Piatti e pentole potrete ritirarli in un secondo momento. Se preferite potrete usare contenitori usa e getta, se la mamma vorrà potranno essere messi nel microonde o in freezer.

COME SI ORGANIZZA LA CATENA?
Prima della nascita la mamma e la sua migliore amica possono stilare una lista di amici e parenti, con rispettivi numeri di telefono, da inserire nell’agenda dei pasti.

Subito dopo la nascita, la migliore amica contatterà gli interessati ed organizzerà con loro menu e consegna del cibo. Ogni volontario sceglie un giorno o due, preparerà il pasto e lo consegnerà.

Questo consentirà anche alle persone coinvolte di far brevi visite alla mamma ed al bebè.

BUON APPETITO!

Scrivi un tuo pensiero