Dopo il parto


DOPO LA NASCITA DEL BAMBINO

La presenza della doula è in genere particolarmente preziosa in questo periodo, così delicato e importante per lo sviluppo della relazione futura tra la mamma, il papà e il bambino. La neo-mamma, deve far fronte a notevoli cambiamenti ormonali e fisici proprio nel momento in cui la presenza del piccolo trasforma radicalmente la sua quotidianità.

I cambiamenti ormonali inducono nella madre una “preoccupazione materna primaria”ovvero è costantemente impegnata a capire di cosa ha bisogno il bambino. La mamma si chiederà “Forse piange perchè ha fame? Oppure ha sonno? O ancora, non sta bene? Vorrà essere preso in braccio?”. Ci vuole del tempo per imparare a conoscerlo e a comprendere i motivi dei suoi pianti.

Nelle prime settimane o mesi la mamma vive quindi una forte tensione, spesso accentuata dal fatto che i ritmi della vita quotidiana subiscono un forte scompiglio e il livello di stanchezza può arrivare a livelli difficili da immaginare, ad esempio quando gli orari delle poppate e i bisogni del piccolo non seguono i normali cicli del giorno e della notte.

In particolare, la mamma può sentire con forza il bisogno di parlare con un’altra donna:

  • delle sue paure: “Sarò in grado di capire i bisogni di mio figlio? Quando e come potrò tornare a fare ciò che facevo? Quando il mio corpo tornerà come prima? Ho paura che il rapporto con mio marito peggiori…“
  • delle preoccupazioni riguardo al neonato: perchè mio figlio non dorme tutta la notte? Perchè vuole attaccarsi sempre al seno?

Da un punto di vista più pratico la doula può ad esempio può aiutare la mamma standole vicino durante le fasi difficili dell’allattamento, può darle consigli ed insegnarle delle tecniche per superare le varie difficoltà. Allo stesso modo se una mamma desidera usare il latte artificiale la doula sosterrà la sua scelta, a volte non facile in contesti sociali e medici nei quali l‘allattamento al seno viene visto come un dovere.

Inoltre può accompagnare la neo mamma a fare una passeggiata con il bambino, preparare un tè o il pranzo da consumare insieme, oppure può occuparsi del bambino intanto che la mamma si fa una doccia o dorme un po’. Il supporto di una doula esperta aiuta la mamma a non sentirsi sola e incompresa e ad acquistare sicurezza di sé, mettendola in condizione di apprezzare e vivere le grandi gioie della maternità.

In base alla mia esperienza le mamme sono rassicurate dal fatto di poter parlare con qualcuno di tutto ciò che di nuovo sta accadendo nella loro vita. Sono più serene quando sanno che la doula andrà a casa loro per un paio d’ore così possono riposare, lasciarsi andare alle emozioni e magari anche al pianto, fare domande sull’allattamento o su ciò che riguarda la cura di loro figlio: il bagnetto, la cura del cordone ombelicale, le creme, l’uso della fascia… Hanno piacere di fare il primo pezzo del loro percorso di mamme in compagnia di qualcuno che stia loro vicino e le conforti quando hanno dei dubbi. Questo calma le loro ansie: non essere sole, sentirsi ascoltate e comprese riduce di molto l’incidenza della depressione post parto

La doula, insomma, fa da madre alla madre e non di rado anche al padre, per il quale il primo periodo con il piccolo può a volte essere altrettanto delicato.

Un altro aspetto molto importante che mi coinvolge, non solo come doula, ma anche come psicologa, è l’elaborazione della storia del parto. Quando incontro una mamma che ha già partorito passiamo del tempo a parlare di come è andato il parto. Spesso incontro donne che hanno vissuto un’esperienza di parto dolorosa o completamente diversa da come se l’erano immaginata. Questo le fa soffrire molto e parlarne le aiuta sia a placare il dolore, sia a non colpevolizzarsi per come sono andate le cose.

Infine la doula è in rete con le figure che sul territorio possono aiutare la mamma in tutte le eventualità (ostetriche, consulenti in allattamento, consulenti del portare, pediatri…)

Il sostegno nel puerperio è un valido aiuto per prevenire la depressione post-parto

 

Il mio lavoro si struttura in base ai tuoi bisogni.

Per capire meglio in che modo posso esserti utile puoi prendere un appuntamento, deciderai poi se sono la persona giusta e se ciò che ti offro, è quello che desideri per te e il tuo bambino.

Il primo incontro è gratuito

Anna

Sono la mamma di Andrea, dopo la sua nascita non mi riconoscevo più. Ero insicura e non sapevo cosa fare e come muovermi: il bambino non si attaccava ed ero nel panico. Tutti quelli attorno a me mi assillavano con le loro idee su come risolvere il problema e l’ansia la faceva da padrone. Dopo dieci giorni dal parto mio marito è tornato al lavoro e sono rimasta sola con il bambino, Andrea piangeva senza sosta e non riuscivo a calmarlo perché ormai l’ansia era alle stelle. Mi avevano parlato della doula e così l’ho contattata. Quando Olga ha preso Andrea in braccio in poco tempo si è calmato, per la prima volta dopo molti giorni mi sono rilassata, ho sentito che c’erano delle strade per calmare il mio bambino. Ricordo che quel giorno dopo essermi fatta una doccia ho preso in braccio il Andrea con più fiducia, mi sono seduta sul divano e non mi sentivo più sola. Ho potuto entrare in sintonia con mio figlio perché la mia doula è stata in silenzio e mi ha ascoltata.

 

Giovanna

La scoperta e il conseguente incontro con la doula sono avvenuti solo un mese dopo la gioia della nascita della mia bimba. Un mese di inferno tra sonno mancato, allattamento disastroso, uno stato di perenne inadeguatezza e frustrazione tra un via vai di persone saccenti e inopportune, e una sensazione di profonda solitudine.

Poi, inaspettatamente, un’offerta d’aiuto, una luce e una massiccia dose di fiducia: la doula.

Una Donna mi ha fatta sentire nuovamente Umana e sono potuta diventare Mamma. Con il suo ascolto ho imparato a ignorare. Con il suo incoraggiamento ho saputo credere in me. E ho superato per incanto ogni blocco, dall’allattamento al terrore di non essere all’altezza. È bastata la sua presenza discreta, l’empatia, la sua esperienza, un pizzico di ironia per sdrammatizzare quel che la stanchezza aveva ingigantito.

Oggi sono rimaste le mille notti insonni, le persone saccenti, la paura di sbagliare, ma mi sostiene la consapevolezza di quella forza innata che abbiamo dentro noi Mamme. E che solo una Donna, un’Amica, una Mamma, può risvegliare.

Grazie Olga

 

Elisa

Ero a passeggio con il mio pancione di circa sette mesi e in un piccolo negozio di articoli per bambini in cui ero andata a curiosare lo sguardo cadde su un foglietto in cui una doula offriva i suoi servizi alle mamme. Una doula, non ne avevo mai sentito parlare. Passò qualche giorno, la curiosità era tanta e così decisi di contattarla. Durante l’incontro informativo percepii subito una bellissima energia e un “qualcosa” che non avevo ancora trovato negli incontri con altre figure professionali con le quali ero venuta a contatto nei mesi di gravidanza. Da quel momento Olga, la “mia” doula, è diventata una figura fondamentale nel mio viaggio verso il parto e nella scoperta della magia della maternità. Prima del parto ci siamo incontrate con cadenza settimanale sia per sperimentare un percorso di training autogeno e visualizzazioni, sia per chiacchierare delle mie sensazioni, emozioni e paure. Grazie a lei inoltre ho potuto conoscere libri veramente preziosi, diventati fondamentali nel mio percorso attraverso la maternità e verso il parto. Dopo la nascita del piccolo ci siamo viste ancora alcune volte, inizialmente a casa, dato che non ero ancora pronta per uscire e attraversare la città. Olga è stata per me un punto di riferimento importante nei primi mesi da mamma, soprattutto nei momenti in cui mi sono sentita insicura e spaesata: negli incontri con lei non ho trovato solo informazioni, ma accoglienza, calore e incoraggiamento, quello di cui ogni mamma ha bisogno. Perché sono convinta che ogni mamma ha risorse, energia e forza, ma non sempre ne è consapevole. Una doula può aiutarla in questa scoperta. La “mia” doula lo ha fatto… grazie Olga!