Psicologia

IN BRACCIO? NO GRAZIE, POI COME FARO’?

Spesso lavoro con mamme che si sforzano di non prendere “troppo” in braccio i loro piccoli appena nati”: “Non posso passare il tempo con lui in braccio, ho già visto che appena lo metto giù piange e vuole essere ripreso, fa il furbetto!”. L’idea che sta alla base di questi pensieri è che: ciò che faccio ora mi segnerà per

Leggi Altro

COSA AIUTA UN NEONATO A CALMARSI?: 1° ingrediente LA FASCIA PORTABEBE’

Gli ingredienti per il cocktail della calma sono diversi. Oggi vorrei introdurvi il primo ingrediente che svolge una funzione davvero benefica nell’aiutare un cucciolo a calmarsi: LA FASCIA PORTABEBÈ I vantaggi della fascia portabebè sono molteplici: 1 Maggiore sostegno fisico e, a esso collegato, il senso di sicurezza che possiamo trasmettere a nostro figlio 2 Aiuta soprattutto i neonati più

Leggi Altro

RISVEGLI NOTTURNI A 6 MESI

Quando un bambino comincia a dormire tutta la notte i genitori finalmente traggono un sospiro di sollievo, tuttavia intorno ai 6 mesi è possibile che il piccolo ricominci a svegliarsi nel corso della notte. Intorno ai 6 mesi il bambino vive l’ansia da separazione. Teme che, quando si addormenterà, al risveglio non troverà più la mamma: è ancora troppo piccolo

Leggi Altro

QUANDO MAMMA E PAPA’ SI SEPARANO

Fin dalla gravidanza mamma e bambino vivono uno stato di simbiosi emotiva, le ricerche hanno dimostrato come tutto ciò che la madre vive sia dal punto di vista fisico che emotivo, viene percepito anche dal feto. Questo legame fusionale si protrae anche dopo la nascita ed è grazie alla “preoccupazione materna primaria“ descritta da D.Winnicott, che la mamma è in

Leggi Altro

E TU MAMMA?

11 anni fa circa lessi il libro di Tracy Hogg, “Il linguaggio segreto dei neonati”, in cui l’autrice descriveva il metodo E.A.S.Y., per aiutare i genitori ad impostare una routine: secondo Tracy seguire una routine dà sicurezza ai bambini, che sin da piccolissimi si sentono confortati dalle situazioni prevedibili. Fu un libro che mi aiutò nei momenti difficili, fu la

Leggi Altro

Perchè i bambini si fanno la pipì addosso di notte?

Possiamo trovare una risposta a questa domanda analizzando due possibili cause dell’enuresi nottura. Quando mi riferisco all’enuresi intendo quelle situazioni in cui i bambini, quasi tutte le notti, fanno la pipì a letto senza accorgersene anche quando hanno 6/7/8 anni. Se non sono state individuate mallattie o problemi fisici, è molto probabile che la causa della pipì a letto sia

Leggi Altro

COSA POSSO FARE PERCHE’ MIO FIGLIO CRESCA SERENO? ECCO ALCUNI SUGGERIMENTI

A volte bastano piccole azioni quotidiane concrete per rendere più leggero e piacevole il tuo ruolo di genitore e per garantire a tuo figlio la crescita e le attenzioni che si merita.  1. Osservalo e Ascoltalo Gli occhi sono lo specchio dell’anima e guardare il bambino evitando la superficialità gli permette di sentirsi amato, accolto, di sentire che lui esiste e che

Leggi Altro

IL DECLINO DEL GIOCO E L’AUMENTO DEI DISTURBI DELL’UMORE NEI BAMBINI

Ho trovato un articolo interessante in rete e ho pensato di estrarne i passaggi salienti che mostrano quanto sia importante lasciare ai bambini la possibilità di giocare in modo libero per garantirne il benessere emotivo e la soddisfazione personale Entriamo dunque nel cuore della questione: una cosa che sappiamo rispetto all’ansia e alla depressione è che sono significativamente correlate a

Leggi Altro

ALLATTAMENTO E ATTACCAMENTO

In una buona relazione di allattamento la mamma impara a cogliere, anche inconsapevolmente, i segnali del proprio bimbo – il tono muscolare, il tipo di respirazione, il livello di vigilanza, il calore del corpo, l’afflusso di sangue – e il bimbo può fare esperienza della realtà e del mondo che, nei primi giorni di vita, sono la madre stessa. D.W.

Leggi Altro